Inaugurazione del nuovo Centro Visite del SiMuLaBo

Condividi su facebook
Condividi su google
Condividi su twitter
Condividi su linkedin

E’ stato inaugurato lo scorso 29 dicembre, nel pieno rispetto delle norme anti Covid, il nuovo Centro Visite del Sistema Museale del Lago di Bolsena che, dal 2000 è accolto presso il Palazzo Monaldeschi della Cervara di Bolsena. Il Centro è stato rinnovato con l’obiettivo di accrescere il coinvolgimento del pubblico e migliorare l’inclusività mediante il potenziamento dei materiali grafici e video già presenti nel centro visite e la creazione di nuovi contenuti sensoriali. Pochi gli ospiti invitati, al fine di garantire il distanziamento e la sicurezza: erano presenti l’Assessore alla Cultura del Comune di Bolsena, Raffaella Bruti, il Coordinatore del SiMuLabo, Marco D’Aureli, e Pietro Tamburini che ha coordinato il SiMuLabo dalla sua fondazione e che da poco è andato in pensione.

Il progetto è stato realizzato dalla Società Cooperativa Hubstract – Made for Art!, rappresentata da Luigi Vetrani, Silvia Belleggia e Stefano Fiori, i quali hanno illustrato ai presenti le funzioni delle varie installazioni.   

Particolare attenzione è posta alla comunicazione destinata a utenti ciechi, sordi e internazionali mediante esperienze tattili, audiodescrizioni, video LIS e sottotitolaggio in lingua inglese. I contenuti multimediali sono fruibili su personale device (smartphone, tablet) tramite QR-code e sensori NFC.

I visitatori vengono accolti all’ingresso del Centro Visite da un’installazione multimediale composta da un plastico 3d che riproduce la morfologia del territorio e sul quale è indicata, mediante indicatori tridimensionali, la posizione di ciascun sito appartenente al SiMuLaBo. Un monitor collocato sopra il plastico mostra le immagini dei musei del sistema e delle loro collezioni. L’installazione consente a tutti di vivere un’esperienza sensoriale completa: tattile, sonora, visiva. I visitatori non vedenti, per esempio, toccando il plastico avranno la possibilità di esplorare il territorio e di comprenderne la morfologia. Il centro del plastico è posizionato a circa 80 cm dal pavimento e inclinato di 25° a favore dell’utente per agevolare l’esperienza a tutti i visitatori: adulti, bambini e disabili motori.

Sono stati completamente rinnovati i pannelli informativi, ciascuno dotato di un QR code che consente l’accesso dal proprio dispositivo mobile ad un video in lingua italiana, LIS e sottotitoli in lingua inglese. L’esperienza audio avviene tramite sensore NFC.

Dalla sala d’ingresso si accede ad una seconda sala in cui il visitatore può immergersi completamente nella visione di un video proiettato su uno schermo curvo che copre tre pareti dell’ambiente. Il linguaggio adottato per il contenuto video è quello dello storytelling: la voce del narratore conduce i visitatori lungo un percorso fatto di storia, arte, tradizioni e natura, con il Lago di Bolsena che, fattosi voce narrante, funge da elemento centrale e di raccordo di ogni singola narrazione.

Oltre al rinnovamento del Centro Visite la Società Hubstract ha curato anche la realizzazione di un’installazione di video mapping, ovvero una proiezione sulla facciata della Chiesa di S. Francesco, all’ingresso del centro storico.

Il progetto è stato attuato grazie ad un finanziamento della Regione Lazio L.R. 42/1997 La cultura fa sistema 2019.